Cookie Policy

Spazio per l’apprendimento e la divulgazione della scenotecnica teatrale

Il Museo “LA MACCHINA DELLE ILLUSIONI”

La Macchina delle Illusioni vuole essere un luogo di scoperta e approfondimento, non un museo tradizionale, ma uno spazio dinamico dove potersi avvicinare al mondo della scenotecnica teatrale, alle sue leggi, alle sue tradizioni, al suo rapporto con l’innovazione. Il percorso è costruito attraverso una serie di installazioni interattive che affrontano alcuni dei temi tecnico/ espressivi fondanti per il lavoro di chi oggi opera nell’ambito dell’allestimento teatrale.

La Macchina delle Illusioni è un omaggio ad una disciplina antica, sospesa tra tradizione e innovazione, di cui poco si è scritto e i cui segreti sono difficili da apprendere, perché affidati alla tradizione verbale, alla sapienza di artisti e artigiani che da secoli si confrontano con le leggi della materia per creare mondi effimeri. Consci dell’impermanenza dell’atto teatrale e dei limiti che si incontrano nel volerlo analizzare o documentare, immaginiamo questo allestimento come un percorso empirico da cui prendere spunto per approfondimenti, riflessioni e nuove creazioni.

Attraverso semplici gesti come tirare una corda, legarla, girare una leva, accendere una lampadina, tutto improvvisamente può cambiare, alterando la percezione della realtà che ci appare davanti agli occhi: questo è l’ interessante empirismo del teatro.

Il percorso del museo è costituito da una serie di installazioni interattive, progettate per essere fruite da un pubblico eterogeneo, grazie a dispositivi di facile e immediato utilizzo. Tanto per i ragazzi, quanto per un pubblico adulto, le varie tappe sono immaginate come un gioco attraverso il quale sperimentare importanti principi della scenotecnica. Bisogna compiere gesti semplici come il girare, il tirare, lo spingere, per attivare i congegni interattivi e poi essere pronti ad osservare il cambiamento di quella piccola porzione di realtà custodita all’interno di un modellino, che improvvisamente si trasforma davanti ai nostri occhi.

previous arrow
next arrow
Slider